Pugno al dirigente, nuova bufera Balotelli

Mario Balotelli avrebbe dato un pugno al dirigente del Sion: l’attaccante italiano di nuovo nella bufera

Mario Balotelli è certamente uno dei più grandi rimpianti del calcio italiano. Il giocatore aveva delle qualità importanti, ma i problemi caratteriali e le continue vicende extra campo hanno minato la sua carriera.

Nuova bufera per Mario Balotelli
Pugno al dirigente e Balotelli nella bufera: la rivelazione è scioccante (Ansa) – Calciomercatostar.it

Dopo aver vestito le maglie di Inter, Manchester City Milan, la carriera di Super Mario è stata un lento e continuo declino che ha portato il calcio che conta a dimenticarlo quasi del tutto. L’Italia calcistica ha preferito mettere da parte Balotelli che è così volato all’estero, prima in Turchia all’Adana Demirspor di Montella e poi al Sion in Svizzera, ma le cose non sono andate per niente bene, soprattutto nell’esperienza elvetica.

L’attaccante non è mai riuscito a dare il suo contributo alla causa biancorossa ed i tifosi hanno protestato fortemente per il suo rendimento, bruciando la sua maglia. La stagione si è conclusa con la retrocessione del Sion ed ora stanno emergendo alcuni retroscena sull’anno travagliato di Super Mario, rivelati dal quotidiano svizzero Blick che ha fatto luce anche su una vicenda extra-campo che ha lasciato tutti senza parole.

Secondo quanto raccontato dal giornale elvetico, infatti, Balotelli nel corso della sosta invernale trascorsa in Spagna dal Sion, avrebbe dato dei festini nella sua camera d’albergo, venendo trovato addirittura ubriaco dall’allora allenatore Fabio Celestini, ma non è tutto. A Febbraio, durante una festa per festeggiare il carnevale, Super Mario avrebbe dato un pugno al dirigente Constantin. Una rivelazione forte che rischia di stroncare, forse in maniera definitiva, la carriera del giocatore.

Pugno al dirigente e nuova bufera: non c’é pace per Balotelli

Come una sorta di maledizione, Mario Balotelli deve fare i conti con l’ennesima bufera della sua carriera. Come rivelato dal quotidiano elvetico Blick, nel corso di una festa a Martigny per festeggiare il carnevale dello scorso febbraio, Super Mario avrebbe colpito il dirigente Constantin con un pugno durante una rissa scoppiata a causa di una persona che avrebbe iniziato a fare foto all’attaccante.

Balotelli finisce nella bufera per un pugno al dirigente in una rissa
Rissa e pugno al dirigente: Balotelli finisce nella bufera (Ansa) – Calciomercatostar.it

Il giocatore si era travestito con una maschera della serie “La Casa di Carta”, mentre il dirigente aveva indossato un costume di Pikachu, con entrambi che lo avevano fatto per non farsi riconoscere. Tuttavia, la persona in questione li avrebbe riconosciuti ed avrebbe iniziato a fare foto all’impazzata, infastidendo molto Balotelli che dagli insulti sarebbe poi passato ad usare i pugni.

Il dirigente Constantin è andato in aiuto del proprio calciatore, ma nella confusione generale sarebbe stato lui stesso a prendersi un pugno da parte di Balotelli. A conferma di ciò, prosegue il quotidiano elvetico, ci sono le immagini mostrate una settimana dopo durante il match con il San Gallo, dove si vede il dirigente immortalato con un occhio nero. E fu proprio in quella partita, poi, che i tifosi protestarono con la squadra in maniera forte, bruciando la maglia di Super Mario.

Una rivelazione scioccante riguardo Balotelli, ma che conferma come l’attaccante sia stato più un problema che la soluzione al Sion. Lo stesso presidente del club elvetico lo ha attaccato duramente, sempre attraverso il quotidiano Blick, dichiarando come Balotelli creda che le regole siano per gli altri e non per lui e che secondo lui per il bene di tutti non dovrebbe più giocare a calcio.